Google+

lunedì 20 febbraio 2012

Tim Wakefield, il famoso knuckleballer della MLB, annuncia il ritiro


Tim Wakefield dopo aver annunciato il ritiro. © eurosport.yahoo.com 

Quarantacinque anni. Diciannove stagioni stagioni ai massimi livelli. Diciassette anni con i Boston Red Sox. Tim Wakefield il più famoso 'knuckleballer' della Major League Baseball ha ufficialmente annunciato il ritiro dal mondo del baseball giocato.
Questa è stata la cosa più difficile che abbia mai fatto, quindi è con il cuore pesante che mi trovo qui oggi. E sono addolorato nel dire che ho deciso di ritirarmi da questo meraviglioso sport, il baseball.
L’annuncio è arrivato venerdì pomeriggio, in conferenza stampa al JetBlue Park, dove si trova la sua squadra di sempre, i Boston Red SoxIl club gli aveva confermato l’invito allo Spring Training, ma non gli aveva  garantito un posto nel roster. Wakefield aveva comunque accettato, probabilmente avrebbe gareggiato per il quinto posto nella rotazione dei lanciatori. Fin dalla fine della scorsa stagione aveva inoltre manifestato l’intenzione di continuare a giocare, purché la sua squadra sia Boston, ora invece ha optato per il ritiro.
R. A.Dickey © http://online.wsj.net 
Stessa tipologia d’invito è arrivata al capitano 40enne Jason Varitek, anch’egli veterano: ha passato gli ultimi 15 anni con i Bosox. Non è chiaro il destino del mitico catcher, forse piuttosto che andare da qualche altra parte si ritirerà anche lui.

Con i Red Sox Wakefield ha totalizzato 186 vittorie contro 168 sconfitte con una ERA 4.43. Solo Roger Clemens e Cy Young hanno più vittorie (192 ciascuno) con la stessa squadra. Il lanciatore è sempre stato al servizio di Boston e con il team ha vinto ben due World Series, nel 2004 e nel 2007. In carriera (aggiungendo le sue prime due stagioni in Major con Pittsburgh) ha invece il risultato di 200 vittorie (l’ultima è anche la sua ultima gara giocata come partente) e 180 sconfitte, ha un’ ERA di 4.41 ed ha subito: 3152 valide, 1791 punti e 418 fuoricampo.

© silenziosavelocita.wordpress.com
Un aspetto molto curioso del ritiro di Wakefield è che attualmente è rimasto un solo lanciatore attivo in MLB che lancia knuckleball: R. A. Dickey, attualmente nelle fila dei New York Mets. Facendo un paragone con il titolo di un famoso film "L'ultimo dei mohicani" si può affermare che Dickey è l'ultimo dei knuckleballers.

Per chi si sta chiedendo cos’è la knuckleball, ecco una breve descrizione. E’ una tipologia di lancio estremamente particolare che permette alla palla di non avere una rotazione sul proprio asse quando viene rilasciata, grazie ad una precisa impugnatura, quella in foto è un esempio. Il risultato è che, quando il battitore si vede arrivare davanti la palla, ha l'impressione che stia “fluttuando”.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...